Sanità,l’Abruzzo interno abbandonato dalla politica

“La Regione approva il Project financing da 285 milioni per l’Ospedale di Chieti e si dimentica della sanità nelle zone interne. Capita spesso di toccare con mano l’inadeguatezza, se non l’inesistenza, dei servizi sanitari sul territorio in particolar modo delle zone interne abruzzesi, che sono considerate solo un peso da sopportare, visti i fenomeni di spopolamento e di invecchiamento della popolazione”.”Questa condizione di abbandono diventa drammatica il fine settimana, quando si ha bisogno di un medico di turno o di un farmacista reperibile: impossibile cercare perché squillano solo le segreterie telefoniche e si rischia di morire.Le zone possono chiamarsi Alto Aterno o SubequanaValle del Sagittario o del Liri, la condizione dell’assistenza socio-sanitaria non è garantita tutti i giorni ad un livello dignitoso, perché gli abitanti sfortunati di queste zone sono considerati di serie B ed i loro rappresentanti in Regione contano poco”. Leggi Tutto

Sanità, Idv: mancano medici, abolire numero chiuso per la facoltà di medicina

“Non ci sono più medici italiani. La programmazione di medici per i prossimi decenni è totalmente inadeguata per rispondere ai bisogni dei nostri ammalati. La carenza in Italia di medici di famiglia e specialisti ha di fatto già messo in crisi il Sistema Nazionale Sanitario. A questo si aggiunge l’emorragia di tanti professionisti che dal pubblico passano alla Sanità Privata. Solo una classe politica nazionale irresponsabile può rimanete immobile perché se non si cambia registro dovremo sempre più abituarci a medici laureati in altri paesi, come sta già accadendo in tante regioni. Ci sono due soluzioni semplici per risolvere la questione: aumentare per i prossimi 10 anni di almeno il 50% il numero di Medici da formare ed eliminare o rivedere drasticamente il numero chiuso per accedere a medicina. Altre soluzioni sono solo fumo negli occhi. Leggi Tutto

La legge che regola il voto degli italiani all’estero va modificata

“La legge costituzionale che regola il voto degli italiani all’estero va radicalmente modificata. Essa è nata sull’onda del grande entusiasmo e per dare senso e valore ai milioni di cittadini italiani emigrati nei cinque continenti. Purtroppo, per una serie di ragioni e di condizionamenti, è stata asservita ad una cerchia di personaggi a cui si sono aggiunti i furbi e opportunisti che ne hanno addirittura, usando metodi illeciti, stravolta la natura e l’intenzione del legislatore.” È quanto afferma Angelo Berardini, responsabile Italiani all’Estero per l’Italia dei Valori, durante la conferenza stampa presso la Camera dei Deputati del 10 luglio. I problemi di fondo connessi all’attuazione di questa legge, non sono stati ancora risolti. Ed è questa la ragione per la quale noi dell’Italia dei Valori e insieme all’on.Fabio Porta (PD), candidato al Senato per la Circoscrizione America Meridionale,abbiamo denunciato le anomalie di questo sistema e proponiamo  con forza un decisivo cambiamento. Durante la conferenza è intervenuto Angelo Di Pietro, Leggi Tutto

Voto Italiani all’Estero: dalla denuncia alla riforma

Questa mattina, 10 luglio, alle 13.00, nella Sala stampa della Camera dei Deputati a Roma si terrà una conferenza stampa per illustrare lo stato delle diverse denunce presentate de esponenti di diversi partiti a seguito delle elezioni del marzo scorso.  L’iniziativa è promossa da Fabio Porta (Partito Democratico) e da Angelo Berardini (Responsabile italiani all’estero dell’Italia dei Valori).  “È dal 2006 che, ad ogni elezione politica, si segnalano casi di brogli nel corso delle procedure di voto per la Circoscrizione Estero”, scrivono gli organizzatori in una nota. “Candidati e partiti hanno denunciato situazioni e casi che in alcuni casi hanno di fatto condizionato il risultato e l’attribuzione dei seggi. Nel corso della conferenza stampa, oltre a illustrare i casi specifici oggetto di denuncia nelle varie ripartizioni estere, saranno avanzate proposte per migliorare le modalità stesse del voto all’estero, rendendolo sempre più sicuro e affidabile”.

Idv e Leoluca Orlando immaginano la Palermo del futuro

Immaginare la Palermo del futuro, ascoltare le istanze della città e programmare i provvedimenti necessari per dare una svolta all’azione dell’Amministrazione comunale per il prosieguo della sindacatura. Questi i contenuti dell’assemblea pubblica di Idv che si è svolta ieri a Palazzo delle Aquile in un’affollata Aula Rostagno, con la partecipazione del sindaco Leoluca Orlando.“Noi siamo a disposizione di un progetto che abbia al centro Palermo, la legalità, i giovani, le periferie – ha detto il segretario nazionale di Idv, Ignazio Messina – Dobbiamo attrezzarci per proseguire questo percorso anche dopo il 2022. Non siamo a servizio del sindaco o dell’amministrazione, ma del futuro dei cittadini”. “Palermo è cambiata molto in questi anni, bisogna proseguire su questa strada pur consapevoli delle criticità che viviamo – Leggi Tutto

Ue, Conte e Salvini la piantino di prendere in giro gli Italiani

L’accordo UE sui migranti è vuoto. Mi sembra che all’art. 6 ci sia una grossa presa per i fondelli. Si accoglie dunque su base volontaria? La traduzione di questo atto vuol dire che chi non vuole non accoglie e quindi continueremo a farlo solo noi.  Caro Conte e caro Salvini, vorrei farvi notare che si festeggiano le vittorie, e questa non lo è. Avete provato a spacciarla per tale ma dovreste evitare di offendere l’intelligenza degli Italiani.” Cosi’ in una nota Ignazio Messina, segretario nazionale dell’Idv.
Per saperne di piu’ clicca su:  http://www.lastampa.it/2018/06/29/esteri/migranti-il-vertice-ue-si-sblocca-allalba-c-laccordo-di-tutti-i-leader-s2y9P3B98uMVx66xU4UwrM/pagina.html

Caracausi, Pronti al rilancio. Al via la stagione referendaria.

L’assemblea di sabato scorso a Roma ha dato l’avvio alla fase di rilancio di Italia dei Valori non solo a livello nazionale, ma anche nei territori. Ritrovando come compagno di viaggio Antonio Di Pietro, siamo pronti ad avviare una nuova stagione referendaria che coinvolgera’ anche la Sicilia e Palermo”. Lo dice Paolo Caracausi, vicesegretario Idv Sicilia e consigliere comunale di Palermo. “Temi come legittima difesa, lotta al gioco d’azzardo, gestione dei beni confiscati alla mafia, lotta all’evasione e alla corruzione, confisca dei patrimoni ai corrotti e ai corruttori, detrazione al 50% di tutte le spese, tutela dei piu’ deboli – continua Caracausi – saranno le nostre stelle polari ovunque e in particolar modo in Sicilia. Leggi Tutto

Di Pietro all’Assemblea di Italia dei Valori

Antonio Di Pietro ha partecipato all’Assemblea nazionale e programmatica del partito in veste di padre fondatore di Italia dei Valori. “Occorre rifondare un centrosinistra distrutto e allo sbando” dice e ha poi parlato delle attuali vicende di cronaca che riguardano lo stadio della Roma dicendo che una cosa è fare scelte sbagliate ed una cosa è commettere atti delittuosi e che tra le due cose c’è una bella differenza. “Mentre Pd, Lega e Forza Italia – incalza – risultano direttamente coinvolte per aver ricevuto fondi così non è stato per i Cinque Stelle che hanno semplicemente fatto “scelte sbagliate” e qui Di Pietro si è ricollegato alla sua gestione di Italia dei Valori ammettendo di aver fatto anche lui scelte sbagliate ma che in IdV hanno lavorato anche molte persone per bene. Successivamente, in una intervista rilasciata a Vista Tv, l’ex magistrato di Mani Pulite ha dichiarato che la figura dell’agente provocatore ricorda quello dell’istigatore di un reato, criticando così una parte del programma sulla giustizia del governo gialloverde”.

 

Assemblea Nazionale programmatica con la partecipazione di Antonio Di Pietro

Care amiche, cari amici, rispettando l’impegno preso in occasione dell’assemblea nazionale del 28 aprile u.s., dove insieme abbiamo deciso di proseguire con convinzione e determinazione il nostro impegno nell’Italia dei Valori, ho convocato l’Assemblea Nazionale per Sabato 16 giugno 2018 alle ore 09:30, presso l’Hotel Palatino in Roma  via Cavour 213. All’ordine del giorno, di esclusiva competenza dell’esecutivo nazionale, a norma del nostro statuto, l’approvazione del bilancio 2017. L’assemblea nazionale invece sarà chiamata a discutere della situazione politica nazionale e territorialee confrontarsi sulle proposte da mettere in cantiere per caratterizzare la nostra futura azione politica e rivendicare la nostra identità.Dovremo rilanciare i nostri temi, attuali e ad oggi irrisolti: dalla legittima difesa al contrasto al gioco d’azzardo, Leggi Tutto

Governo: ora governino, noi vigili per il bene comune

“Ritengo che la nascita del governo lega – m5s sia corretta perché rispettosa della scelta degli italiani e che il Presidente della Repubblica abbia ben operato. Ora che governino dimostrando di saperlo fare. Noi di Italia dei Valori, in totale autonomia, intendiamo confrontarci sui nostri temi, tra cui la legittima difesa (con due milioni di firme raccolte sulla nostra legge di iniziativa popolare), lotta alla corruzione, lotta alla mafia e gestione dei beni confiscati, lotta all’evasione fiscale e giusta tassazione, lotta al gioco d’azzardo, violenza di genere, tutela dell’ambiente e degli animali, lotta alle caste. Su ognuno di questi temi c’é un nostro disegno di legge depositato in Parlamento. Leggi Tutto

Mattarella ha fatto bene

Ha fatto bene il Presidente Mattarella a non cedere che ai diktat dei populisti Salvini e Di Maio facendo gli interessi degli italiani e garantendo il rispetto della costituzione. Ora un governo del Presidente che faccia la legge di stabilità e sia promotore di una nuova legge elettorale che attribuisca il premio di maggioranza alla coalizione che supera il 40%. Poi subito al voto restituendo la parola ai cittadini italiani che non si faranno più ingannare da inconsistenti proposte politiche e da falsi profeti.

Governo, Messina (Idv): Incarico a Conte? Conte chi?

“Mai il nostro paese era caduto così in basso e bene fa il Presidente Mattarella a frenare sulla nomina del primo ministro.Il prof. Conte, sarà anche un bravo professore, come tanti altri suoi colleghi, ma il nostro paese ha bisogno di un premier autorevole e non di qualcuno in balia, politicamente, di due burattinai. Dal movimento 5 stelle non ci aspettavamo di meglio ma dalla lega che governa importanti regioni del paese,  francamente si. Mettete fine a questa farsa. Di Maio e Salvini, se avete il coraggio governate voi, magari due anni a testa ma non nascondete il vostro disaccordo dietro qualcuno da manovrare e che potete sfiduciare ogni ora. Contratto? Leggi Tutto

Non si mettono d’accordo in due sul Governo, figuriamoci in 60

“Per fare un governo ci vogliono circa 60 componenti tra ministri e sottosegretari se non si mettono d’accordo per trovare un premier figuriamoci se trovano i componenti del governo. Se fossi un cinico opportunista e pure all’opposizione sarei tentato di dire facciamoli governare così i cittadini si renderanno conto sulla loro pelle del disastro annunziato ma pensando al bene dell’Italia faccio appello al Presidente della Repubblica affinché metta fine a questa melina che dura ormai da 70 giorni e proceda, come aveva annunziato, Leggi Tutto

Governo, va chiarito che il Cav ha solo scontato la pena

Si festeggiano le assoluzioni e non le riabilitazioni! A destra e a sinistra si spellano le mani per applaudire alla riabilitazione di Silvio Berlusconi quasi come avesse ottenuto l’assoluzione dai reati commessi e creando nell’opinione pubblica, una gran confusione. La realta’ e’ ben diversa: per l’art. 178 codice penale la riabilitazione, se richiesta, viene concessa a tutti i condannati che abbiano scontato la pena, e non comporta l’estinzione della stessa ma soltanto l’estinzione degli effetti penali della condanna e delle pene accessorie tra cui l’interruzione dai pubblici uffici. Leggi Tutto

laboratorio turismo Laboratorio Telecomunicazioni laboratorio Legalità laboratorio Estero laboratorio agricoltura laboratorio scuola