Turchia, Molinari: Europa non “regali” Ankara a spinte illiberali

Con l’Italia dei Valori appartengo a coloro che ritengono che la Turchia sia parte integrante e importante di quell’Europa dei Popoli che deve trovare forma giuridica negli Stati Uniti d’Europa e per questa ragione ho manifestato la preoccupazione dell’Idv per il momento storico estremamente delicato che attraversa la Repubblica turca. Ribadisco la condanna senza alcuna indulgenza del tentato golpe del luglio 2016, ma altrettanto fermamente esprimo grave preoccupazione per il prolungamento dello stato di emergenza nel paese”. “Come italiano – continua il parlamentare – ho ricordato ai colleghi turchi che anche il mio paese ha attraversato un pericolo mortale prima con il terrorismo politico di destra e sinistra e poi con quello mafioso, ai quali abbiamo, però, contrapposto solo e soltanto lo Stato di diritto, senza mai mettere in dubbio o tradire i diritti fondamentali e o la libertà d’espressione”. “Alla luce dell’incontro con i colleghi di Ankara, ritengo sarebbe imperdonabile ‘regalare’ per miopia politica questo immenso e grande paese che Ataturk volle così fortemente ancorato all’Occidente, a spinte illiberali che negano i principi base delle più avanzate democrazie occidentali. Auspico, dunque – conclude Molinari – che l’Europa, anche con la Turchia, ritrovi se stessa”. È quanto dichiara il senatore Idv Francesco Molinari,membro della commissione per le Politiche dell’Unione europea all’indomani della visita ad Ankara, dove ha incontrato rappresentanti del Parlamento di maggioranza e opposizione, nonché della società civile.