Riteniamo sbagliati gli aumenti delle tasse areoportuali negli scali

perrieraDal Laboratorio Turismo dell’Italia dei Valori, facciamo appello al Ministro Del Rio affinchè convochi i vertici di Rayanair per discutere di quello che sarebbe un danno incommensurabile per Crotone (100% delle rotte tagliate) e per il turismo dell’intera area che già deve sopportare, oltre alle normali distanze, disservizi ferroviari, stradali e, dalla prossima stagione, aerei.
Le eventuali riduzioni di rotte rappresenterebbero la perdita di oltre 250.000 passeggeri e per tutta la Calabria sarebbe un duro colpo che colpirebbe la principale fonte di reddito: Il turismo. Ma il danno sarebbe notevole anche per Alghero (dove le riduzioni interesseranno l’60% delle rotte) e Pescara (70%) tutte aree, insomma, che non possono contare su attività industriali o alternative per posti di lavoro che si perderebbero.

Il Laboratorio Turismo dell’Italia dei Valori, così come anche dichiarato dal Segretario Nazionale, Ignazio Messina, ritiene sbagliato far pagare gli aumenti delle tasse aeroportuali anche negli scali meridionali e delle Isole che hanno bisogno, piuttosto, di incentivi eccezionali e progetti di ripresa, indispensabili per il futuro delle intere regioni interessate.

Ivan Perriera
Responsabile Nazionale del Dipartimento Turismo