Primi segnali di reale cambiamento nella gestione dei beni culturali

saraPoi ci si chiede perché c’erano resistenze alla riforma del MiBACT, voluta da Franceschini e auspicata anche da noi di IDV. A Caserta alcune sigle sindacali hanno criticato il nuovo direttore della Reggia, Mauro Felicori, perché “lavora troppo”, fino a tarda ora, per il suo rilancio, senza aver prima predisposto i relativi servizi. Persino la Camusso, leader della Cgil, è dovuta intervenire per prendere le distanze da simili ridicole proteste. Noi di IDV abbiamo sempre suggerito ed appoggiato il processo di riforma della gestione dei beni culturali italiani proprio per salvare il nostro straordinario patrimonio dalle secche di una organizzazione ormai obsoleta, stanca e burocratizzata. Casi come questi ci rafforzano nella nostra volontà di difendere e promuovere l’attuale riforma.

Gennaro Saragnano – Responsabile Nazionale Laboratorio IDV Beni Culturali