Pensioni: ok Boeri su flessibilita’ in uscita

11130198_487834341363663_3012738453696140856_nItalia dei Valori, rientrando con i propri rappresentanti in Parlamento, ha, come primo atto, consegnato una proposta di legge di riforma del sistema pensionistico che da un lato intende azzerare gli effetti nefasti della legge Fornero e dall’altro individuare un nuovo meccanismo di uscita flessibile verso la pensione in relazione ai contributi versati, alla età e al lavoro svolto. In questo senso apprezziamo le parole del neopresidente dell’INPS Tito Boeri che, ieri a Brescia, ha sostenuto che sarebbe necessario individuare un tetto alle pensioni d’oro e un sistema di uscita flessibile dal lavoro. Sull’inserimento nel sistema di welfare delle partite IVA che oggi, pur versando circa il 30%, non hanno un trattamento simile a quello dei lavoratori dipendenti.

Abbiamo individuato la copertura per questa proposta di legge nella battaglia radicale contro l’evasione contributiva e fissando un tetto alle pensioni d’oro di chi, in molti casi, ha lavorato nel settore pubblico e nelle istituzioni ed oggi percepisce una rendita superiore ai contributi effettivamente versati.

Su questa proposta abbiamo chiesto un incontro all’attuale Ministro del Lavoro proprio perché, come Boeri, riteniamo che sia il governo a dover assumere l’iniziativa al fine di far uscire dall’incubo della legge Fornero milioni di persone, in particolare donne, giovani ed esodati.

Ignazio Messina

Segretario Nazionale IdV

Maurizio Zipponi

Responsabile Nazionale Laboratorio Lavoro Idv