Idv:assemblea delle idee con Orfini, Speranza e Pisapia

Italia dei Valori vuole assumere il ruolo di stimolatori di un rinnovato Ulivo con una convinta partecipazione alla costruzione di un’area riformista di centrosinistra in grado di governare e dare adeguate risposte alle reali esigenze degli italiani. Solo il coinvolgimento di tutte le forze progressiste e moderate potra’ arginare il vuoto del populismo grillino e la deriva xenofoba alimentata dalla destra a trazione leghista e domani 8 Aprile alle 10.30 all’assemblea delle idee dell’idv che si terrà al Centro Congressi Cavour in Via Cavour n.50 prenderanno parte ad un confronto sui temi del lavoro della salute e della cultura’ Matteo Orfini Presidente Pd, Roberto Speranza leader di Articolo 1- Mdp e Giuliano Pisapia leader di Campo Progressista”.

Legittima Difesa, Messina (Idv): ci vorrebbe furto in casa ogni parlamentare

Il segretario nazionale dell’Italia dei Valori Ignazio Messina è intervenuto ai microfoni di “Legge o Giustizia” su Radio Cusano Campus per parlare della legge sulla legittima difesa proposta dal Pd: “È uno spot, un panno caldo per i cittadini. Due cittadini su tre ritengono che il problema primario sia la sicurezza. Con questa proposta di legge non si risolve nulla, lascia invariati tutti i rischi che ci sono in questo momento. Fa sorridere anche l’esame psicologico previsto peri chi si è difeso”.L’IDV ha raccolto milioni di firme di cittadini che hanno sottoscritto una proposta di legge di iniziativa popolare per cambiare la legittima difesa: Leggi Tutto

Alitalia. Bencini (Idv): torni a essere compagnia di bandiera

Il trasporto è un bene pubblico essenziale. Lo Stato italiano gestisce direttamente i trasporti pubblici su terra, ma da tempo non ha più una propria compagnia aerea di bandiera. Sarebbe il caso di ripensare ad Alitalia come tale non solo perché italiana, ma soprattutto perché rappresenta un trasporto indispensabile e che quindi deve essere garantito alla stregua degli altri”.Lo Stato – sottolinea la parlamentare Idv – può tornare a fare impresa in maniera virtuosa nel rispetto dei cittadini, ma anche dei lavoratori che vivono da anni in un clima di insicurezza e di incapacità gestionale. Leggi Tutto

Femminicidio, Bencini (Idv): Altra donna uccisa Catania, adesso basta

A Catania questa notte si è verificato l’ennesimo femminicidio, l’ennesima donna uccisa dall’uomo con cui aveva una relazione. Adesso basta!”. Lo dichiara la senatrice Idv, Alessandra Bencini. “Ormai i dati sul numero di donne uccise per mano di mariti, conviventi, fidanzati, ex non sono neppure più certi – spiega la parlamentare – C’è chi dice che nel 2016 sono state 110, chi 116, chi 120. Da gennaio si sono registrati 17 casi di femminicidio, uno ogni cinque giorni”.”Recentemente – ricorda Bencini – la Corte di Strasburgo ha condannato l’Italia per la mancata tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Leggi Tutto

Truffa Lavori Sa-Rc, Molinari (Idv): nessuno sconto per chi umilia nostri territori

Interminabili scandali vedono coinvolta la tristemente famosa autostrada Salerno-Reggio Calabria. L’odierna operazione Chaos della Guardia di Finanzia di Vibo Valentia ha portato a nove arresti e a sequestri di beni per irregolarità nei lavori di ammodernamento del tratto tra Mileto e Rosarno. Una storia infinita di ruberie, truffe, frodi e realizzazione di opere potenzialmente pericolose per la sicurezza pubblica. Mi auguro che la giustizia non faccia sconti a chi si macchia di reati che impoveriscono e umiliano i nostri territori, relegandoli ai margini della società civile e condannandoli all’infamia della corruttela, oltre che al disagio di collegamenti stradali da terzo mondo”. Leggi Tutto

Ho diritto al mio giudice”, se i bambini potessero parlare

Il 5 aprile 2017 alle ore 14, presso la Sala dell’Istituto di Santa Maria in Aquiro (Piazza Capranica, 72) la senatrice Alessandra Bencini e i senatori Francesco Molinari e Maurizio Romani dell’Italia dei Valori organizzano un incontro-dibattito dal titolo: “Ho diritto al mio giudice”, se i bambini potessero parlare” sul futuro della giustizia minorile alla luce della delega contenuta nell’art.1, lettera b), del disegno di legge 2284 (Delega al Governo recante disposizioni per l’efficienza del processo civile).L’incontro prevede le introduzioni del senatore Francesco Molinari e diFederico Palomba, già magistrato e già vice presidente della commissione giustizia della Camera dei Deputati. Leggi Tutto

Don Ciotti, Idv: al tuo fianco e alla Calabria per bene

Nessun gesto vile lo potrà fermare. Don Ciotti e Libera sono, con le loro opere, i degni rappresentanti di quel cambiamento che vogliamo vedere, che tutela i più deboli e gli emarginati, a difesa della pace, diritti e  legalità. Don Luigi Ciotti è uno di quei preti lottatori che non mollano mai e insieme a lui, da Locri,  creeremo in tutto il Paese un ideale filo di memoria per le vittime della mafia. Quella memoria responsabile che dal ricordo genera impegno e giustizia nel presente. Noi siamo con la Calabria per bene. E’ quanto dichiara Mimmo Iaconantonio, segretario regionale Idv.

Gioco D’azzardo,Messina: Bubbico assicura impegno?

L’ennesima dichiarazione di esponenti del Governo contro il gioco d’azzardo ci trova scettici e sfiduciati perché alle parole non seguono i fatti. Non bisogna sconfiggere le ludopatie, come dice il vice ministro Bubbico, ma la loro causa, vietando radicalmente il gioco d’azzardo, come è scritto nella proposta di legge popolare promossa da Italia dei valori e depositata in Parlamento altrimenti lo Stato sarebbe costretto ad incrementare la spesa pubblica per tentare di curare un numero spaventoso e crescente di persone dipendenti dal gioco, che manderà in fumo la misera tassa sulla disperazione che esso percepisce lasciando, però, tanti disperati giocatori in rovina. Bubbico ci dica quale è la vera filosofia del Governo senza infingimenti: le famiglie di chi ha perso tutto al gioco non possono ancora essere ingannate”.

Segretario nazionale

Ignazio Messina

Moro, Bencini: commissione acceleri su accertamento verità

In questo giorno di 39 anni fa, con il rapimento di Aldo Moro, l’attacco allo Stato nel nostro Paese raggiunse il suo culmine, producendo, come sappiamo, la morte di uno dei più grandi statisti dell’Italia repubblicana e della sua scorta. Erano gli anni di piombo densi di drammatiche e turbolente lacerazioni politiche e sociali. Come membro della Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro posso testimoniare che l’utilizzo delle nuove tecnologie ha consentito di giungere a nuove perizie e valutazioni che potranno gettar luce sugli ancora oscuri eventi di quella terribile vicenda. Auspico che emerga presto la verità, anche politica, di quel periodo buio della realtà italiana.La Commissione sta portando avanti un egregio lavoro di ricerca che mi auguro possa arrivare a conclusioni esaustive entro la fine della legislatura circa le responsabilità relative ad una vicenda che ha cambiato il corso della storia del nostro Paese”. Leggi Tutto

Ambiente,Romani: decisione echa su glisofato vittoria aziende chimiche

“Ancora una volta vincono le aziende chimiche che riescono a mettere i loro consulenti a periodi alterni dentro gli organi di controllo. È Incredibile pensare che il glifosato, una sostanza considerata come probabile cancerogena e che qualsiasi principio di precauzione ne farebbe sospendere l’utilizzo, venga ancora utilizzata come diserbante con milioni di tonnellate che finiscono nei nostri campi e quindi nei nostri piatti. Parliamo di sostanze non solo sospette cancerogene ma anche come interferenti endocrini, probabili responsabili dell’aumento della sterilità maschile che sta colpendo molti giovani. E tutto ciò avviene semplicemente per mantenere un giro d’affari di miliardi di dollari per le multinazionali”.Lo dichiara il vicepresidente della Commissione Sanità al Senato, Maurizio Romani, commentando la decisione presa oggi dall’Echa,

Leggi Tutto

Romani: da Crocetta ennesimo schiaffo a dignità disabili

Ieri si è assistito a un’altra brutta pagina della triste vicenda che da qualche giorno è venuta alla luce e che riguarda le problematiche che ogni giorno i disabili siciliani sono costretti ad affrontare. Dopo tutto quello che si è scritto, denunciato e promesso, quanto accaduto ieri mattina nella sede dell’Assemblea regionale, dove i disabili presenti per assistere all’audizione del garante per la disabilità sono rimasti bloccati a causa delle barriere architettoniche, ha del paradossale. Si tratta dell’ennesima prova dell’incapacità della Giunta Crocetta di affrontare una questione delicata che dovrebbe essere diventata, almeno dopo la sua esplosione mediatica, fra le priorità del suo mandato. E invece nulla: ancora una volta queste persone disabili hanno dovuto subire l’ennesimo schiaffo alla propria dignità. Leggi Tutto

Femminicidio, Bencini: Corte Strasburgo condanna Italia

La Corte di Strasburgo ha condannato l’Italia per la mancata tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. Di fatto il nostro Paese è accusato di violazione del diritto alla vita e del divieto di trattamenti inumani e degradanti, nonché del divieto di discriminazione in quanto le autorità italiane non sono intervenute per proteggere una donna e i suoi figli vittime di violenza domestica perpetrata da parte del marito, avallando di fatto tali condotte violente”. Lo dichiara la senatrice Idv, Alessandra Bencini.Si tratta – spiega la parlamentare – dell’ennesima figuraccia a livello internazionale, ma soprattutto della riprova che ancora troppo poco si sta facendo in Italia per tutelare i più deboli.Mi riferisco essenzialmente alle donne, sempre più spesso vittime di femminicidio, inteso in senso lato, e di violenza di genere. Leggi Tutto

L’8 aprile a Roma: l’ASSEMBLEA DELLE IDEE

La politica è allo sbando e l’antipolitica beneficia di questa confusione, raccogliendo consensi a colpi di slogan e dimostrando, non appena al potere, di prendere subito i vizietti della vecchia politica (vedi Roma). Ogni giorno la corruzione la fa da padrona negli appalti, nella sanità, tangenti mazzette, ruberie.Ogni giorno un nuovo processo che coinvolge politici e imprenditori, da mafia capitale alla consip.Il Paese è in difficoltà e le persone perbene sono frastornate e non sanno cosa fare, con un unica certezza: l’incertezza del futuro.Sui media appare soltanto chi la spara più grossa e invece di occuparsi dei veri problemi della gente, di come fare per arrivare a fine mese, di garantire condizioni di vita dignitose agli anziani e un futuro ai giovani, paginate intere per parlare di “porcellum, mattarellum, consultellum…”, per sapere chi vince il congresso PD, per vedere se gli Scissionisti rientreranno o faranno un partito, di Salvini contestato per le sue provocazioni, dei Grillini che parlano bene e razzolano male, di Berlusconi e delle sue “olgettine”, se Gentiloni mangerà il panettone. Leggi Tutto

Ddl Povertà, Bencini (Idv): Favorevole, ma lotta senza quartiere contro i ‘furbetti’

“Questo disegno di legge di contrasto alla povertà mette in campo risorse che si ritengono unanimemente insufficienti. 1 miliardo e 200mila euro per il 2017 e 1 miliardo e 700mila euro per il 2018. Mi chiedo e vi chiedo, però, di quanto avremmo potuto disporre economicamente se fossimo riusciti ad arginare un malcostume radicato nel nostro paese. Mi riferisco ai cosiddetti ‘furbetti’ che altro non sono, diciamocelo, che farabutti o ladri: si tratta di persone che ricoprono o hanno ricoperto posizioni politiche in passato, ma anche quei ‘lavoratori’, un eufemismo, del settore pubblico e delle aziende partecipate dalla Stato”.”Secondo le cronache dei giornali  queste persone si sono rese responsabili di illeciti di vario genere, da rimborsi regionali o europei non dovuti, a false timbrature di presenza sul luogo di lavoro, a partite di acquisti per aziende sanitarie gonfiate con annesse presunte mazzette elargite”. Leggi Tutto

laboratorio Sanità laboratorio turismo Laboratorio Telecomunicazioni laboratorio Difesa laboratorio Sicurezza laboratorio Politiche Regionali
laboratorio Legalità laboratorio Lavoro laboratorio Estero laboratorio Economia laboratorio agricoltura laboratorio scuola laboratorio lotta alla mafia