Elezioni: Messina, Civica Popolare progetto serio e concreto

“Civica Popolare nasce dall’insieme di tante esperienze, da chi si e’ impegnato per il buon governo del Paese. Lavoro, sicurezza dei cittadini, salute e famiglia sono priorita’, quelle che gli altri utilizzano per fare cassetta in campagna elettorale e una volta al Governo se ne dimenticano. Siamo coerentemente nel centro-sinistra e riteniamo che cio’ che di buono sia stato fatto dal Governo Gentiloni, grazie anche al Ministro Lorenzin, debba proseguire. E’ inutile parlare adesso di larghe intese. Il 5 marzo lavoreremo per fare il governo e fino al 4 dobbiamo impegnarci affinche’ il nostro sia un progetto vincente, se poi non ci saranno i numeri o saranno risicati, dialogheremo con chi vorra’ condividere il nostro programma. Leggi Tutto

Messina: dobbiamo aver voglia di vincere

“Siamo portatori di un messaggio di futuro e di concretezza, dobbiamo comunicarlo ai cittadini. Vedo troppa rassegnazione in giro quando invece la prima cosa che dovrebbe emergere è la nostra voglia di vincere”. Così Ignazio Messina, candidato al Senato nel collegio uninominale Lombardia 14, interviene durante la presentazione dei candidati della coalizione di centro sinistra a Castenedolo. “Sono orgoglioso di poter dire che finalmente abbiamo davvero una coalizione, sotto la guida del Partito Democratico e nella quale tutti noi, Civica Popolare in testa, possiamo dare una mano. Leggi Tutto

Touadi, Messina: silenzio Pd, Bonino e Leu e’ imbarazzante

“Il silenzio del Partito Democratico, della Lista +Europa della Bonino e di LEU dopo gli attacchi razzisti ai danni di Jean- Leonard Touadi, candidato alla presidenza della Regione Lazio per Civica Popolare, e’ imbarazzante. Non si possono avallare insulti e frasi xenofobe da un lato e dall’altro ci si erge a paladini delle uguaglianze e dell’integrazione.Trovo vergognoso che i social media diventino campo fertile per fascisti, imbecilli e xenofobi. Ho potuto riscontrare sul mio profilo Facebook, nel post che ho scritto in sostegno di Touadi, che i messaggi agghiaccianti sul suo colore della pelle o sulle sue origini sono stati i primi ad arrivare. Leggi Tutto

M5s, Messina: mancati rimborsi sfiducia gli italiani

“La vicenda dei mancati rimborsi dei 5stelle e’ un fatto grave e avra’ una ricaduta molto forte sulla fiducia degli italiani nella politica. I cittadini si erano affidati a soggetti che si spacciavano per onesti e alla fine onesti non lo sono stati. Stupisce la loro doppia morale e lo dico con grande amarezza, perche’ se qualcuno fa una truffa e’ un truffatore ma se il raggiro, anche solo etico e morale, lo fa uno dei 5stelle e’ un incidente di percorso. Ricordiamoci del povero Marino quando era sindaco di Roma che fu accusato di aver speso dei soldi pubblici in un ristorante e i 5stelle erano sotto al Campidoglio a lanciare slogan sull’onesta’. Poi la Raggi e’ finita sotto inchiesta per falso in atto pubblico per le vicende dei Marra e stranamente non si dimette. Leggi Tutto

Legittima Difesa, Messina :da Fi E Ln solo chiacchiere

“Berlusconi e Salvini hanno ricominciato a parlare di legittima difesa, li inviterei a smetterla di prendere in giro gli Italiani. Noi dell’Italia dei Valori abbiamo raccolto e depositato al Senato 2 milioni di firme sulla legittima difesa mentre loro se ne infischiavano alla grande. La nostra proposta prevede l’aumento delle pene da 2 a 6 anni per la violazione del domicilio, nessun risarcimento a chi viene a rubare in casa nostra in caso di difesa e nessun reato e condanna per chi si difende nella propria abitazione dai ladri e dai delinquenti.  Smettiamola con le chiacchiere da campagna elettorale per racimolare voti. Diamo, invece, voce ai 2 milioni di cittadini che voglio tornare a sentirsi sicuri in casa propria”. Leggi Tutto

Brescia, Messina: fiducia riparte da dialogo con societa’

“Girando attraverso il territorio bresciano e conoscendo i suoi attori mi sto rendendo conto che questo e’ un laboratorio di partecipazione, un esempio di come tenere accesa la fiamma della vita civile. La grande stratificazione sociale, costituita da associazioni, corpi intermedi, mondo cattolico, istituzioni, ha fatto si’ che si venisse a creare un tessuto straordinariamente attivo. Parlando con il presidente delle Acli provinciali Pierangelo Milesi, con il direttore della Pastorale del lavoro Enzo Torri, con il presidente di Confcooperative Marco Menni e con il sindaco di Cellatica Paolo Cingia ho pero’ capito che anche qui la politica e’ in difficolta’. Leggi Tutto

Museo Egizio, Messina: da fratelli d’Italia epurazioni ridicole

“Christian Greco e’ un ottimo direttore e fa egregiamente il suo lavoro. Il Museo Egizio di Torino e’ un vanto per l’Italia e le sue collezioni meritano di essere ammirate da tutti. Ben vengano le promozioni per avvicinare i cittadini all’arte, siano essi italiani o stranieri. Le epurazioni di Fratelli d’Italia sono ridicole e anacronistiche, gli consiglierei di parlare di meno e di visitare di più i nostri musei”.Cosi’ Ignazio Messina, segretario Nazionale dell’IDV ed esponente di Civica Popolare –Lorenzin.

Idv non vuole consegnare l’Italia ai populisti xenofobi di Salvini

“Noi dell’Italia dei valori abbiamo ritenuto di condividere un progetto insieme a Beatrice Lorenzin che parta dal buon governo del Paese. Legalità, questione morale, lotta all’evasione e alla corruzione sono nel nostro DNA. Noi dell’Idv non vogliamo consegnare l’Italia ai populisti xenofobi di Salvini e compagni che sfruttano il dolore, la disperazione di tanti per fare voti ma non cercano soluzioni. Abbiamo raccolto due milioni di firme per parlare di sicurezza dei cittadini.Matteo Salvini ha mandato una e-mail a tutta la sua struttura chiedendo di non firmare il disegno di legge di iniziativa popolare dell’Idv perché ci avrebbero pensato loro, non risolvendolo. Il nostro Paese ha bisogno di grande competenze. Leggi Tutto

Elezioni, Messina: mio impegno per la comunita’ Bresciana

“I cittadini non si fanno abbindolare da false promesse sbandierate in campagna elettorale, sono intelligenti e sanno distinguere tra chi li prende in giro e chi invece li ascolta e cerca di trovare una soluzione ai problemi”.Trasparenza e concretezza sono le parole d’ordine che il candidato al Senato nel collegio uninominale di Brescia 14 Ignazio Messina rilancia da piazza della Loggia a Brescia, durante un incontro con gli altri candidati locali di Civica Popolare.E’ sempre e solo la comunita’ a scegliere e la politica ha l’obbligo di rappresentarla in ogni modo possibile. Per questo motivo i sindaci devono lottare per un secondo mandato, per essere giudicati sulla base di quanto fatto. Leggi Tutto

Rosella: No ai condoni edilizi

Anche in Basilicata, terra di abusivismo edilizio, la proposta di condono sbandierata da centrodestra in questa campagna elettorale per catturare un po’ di voti, va rispedita al mittente. Lo afferma Angelo Rosella capolista per Civica Popolare al Senato (proporzionale). In proposito i dati del Rapporto Ecomafie Legambiente riferiscono che la nostra regione è undicesima nella classifica regionale per illegalità  nel ciclo del cemento con 179 infrazioni accertate (il 4% del totale nazionale), 167 denunce, 10 arresti e 22 sequestri. Per questo non possiamo che condividere la valutazione di Legambiente: ancora una volta in Italia si vogliono premiare i furbi e per raccogliere voti attraverso la promessa di un nuovo e scellerato condono edilizio che dimentica le illegalità consumate fino ad oggi, giustificando l’abusivismo di necessità. Leggi Tutto

Macerata:Messina, cresce clima d’odio nel paese

Il crescente clima di odio che sta prendendo sempre piu’ piede in Italia deve far riflettere quanti continuano a gridare slogan come ‘l’italia agli italiani’ e ‘difendiamo la razza bianca. Quello che e’ successo a Macerata e’ un fatto gravissimo e chi come Salvini ne prende adesso le distanze dopo che continua a fomentare con i suoi proclami gente esaltata come il folle che ha sparato, non fa bene a questo Paese. Alimentare l’odio razziale mette a rischio cittadini innocenti. Lo dico a Salvini e a Fontana che parlano a vanvera di razza e immigrazione, senza tener conto delle conseguenze. Troppo semplice prendere le distanze quando succedono le tragedie. Bisogna stare zitti prima”. Leggi Tutto

Elezioni, Messina: Candidato a Brescia per il centrosinistra

“Ho accettato la candidatura per il Senato nel collegio uninominale di Brescia nella coalizione di centro sinistra e ringrazio per la fiducia riposta nella mia persona. Il percorso iniziato con “Civica Popolare” e’ un percorso serio, ragionato, partecipato da tutte le componenti che lo animano e che si sono sempre poste al servizio della collettività. Incontrare realta’ locali, ascoltare le esigenze dei territori e le proposte che arriveranno dal singolo cittadino e dalle associazioni che incontrerò in questo mio percorso per dare risposte concrete ai loro bisogni è quello che ho sempre fatto come sindaco, come deputato e come segretario nazionale dell’Italia dei Valori. Quando sono stato chiamato a rappresentare il popolo l’ho sempre fatto nell’interesse di tutti, senza circoscrivere l’azione legislativa e amministrativa ai confini territoriali. Ho sempre lavorato per tutti e così sarà anche questa volta. Leggi Tutto

Giornata della memoria, Messina: noi non vogliamo dimenticare

Dimenticare non si può e non si deve.Non solo oggi che ricordiamo l’ingresso delle truppe sovietiche nel campo di concentramento di Auschwitz avvenuto il 27 gennaio del 1945 e che portò in salvo pochi e malridotti superstiti e alla luce del mondo intero quanto la follia nazista avesse trovato il culmine della sua esaltazione nell’incomprensibile genocidio inflitto agli ebrei e alle persecuzioni razziali perpetrate anche nei confronti dei cosiddetti “indesiderabili”, i “diversi”.Ebrei, zingari, albini, diversamente abili, omosessuali, nei lager c’era posto per tutte le categorie non corrispondenti nel Dna alla fantomatica “razza ariana”, sui quali si accaniva la pazzia dei medici nazisti con esperimenti assurdi che si concludevano con la morte della “cavia” di turno. Leggi Tutto

Regeni, Messina: due anni dalla morte e ancora non c’è verità sui fatti

Il 25 gennaio del 2018 saranno due anni da quando Giulio Regeni scompare in Egitto,per essere poi trovato senza vita pochi giorni dopo. Barbaramente torturato.Un ragazzo, un giovane ricercatore italiano, viene preso, martoriato, mutilato e ucciso e a distanza di due anni ancora non siamo in grado di sapere ‘chi’ e ‘perché’ si sia macchiato di questo atroce crimine.Una risposta la pretendono i genitori di Giulio e la esige il Paese intero. La strada della “verità per Giulio Regeni”, nome della campagna lanciata con determinazione da Amnesty International Italia e da La Repubblica e portata avanti con ardore da migliaia di privati cittadini, enti locali, scuole e università, associazioni e media deve essere percorsa sempre con coraggio e determinazione anche dal futuro governo italiano. Leggi Tutto

laboratorio turismo Laboratorio Telecomunicazioni laboratorio Legalità laboratorio Estero laboratorio agricoltura laboratorio scuola