Messina, raccogliere l’appello lanciato da OXFAM

L’appello lanciato da OXFAM non può cadere nel vuoto. Il divario tra i ricchi e i poveri del mondo si allarga sempre di più e anche in Italia questa distanza rischia di diventare incolmabile.I dati pubblicati nel Rapporto presentato a Davos, fotografano una amara realtà anche per la maggior parte degli italiani: “il 40% della ricchezza nazionale netta nel 2017 è stata appannaggio del 5% più ricco dei nostri connazionali”; “il 20% più povero dei cittadini italiani dispone solo del 6,3% del reddito nazionale contro il 40% posseduto dal 20% più ricco” (fonte OXFAM ITALIA).Cresce, giustamente direi, tra i cittadini il senso di vivere in una società diseguale e se il 61% degli intervistati afferma di provare questo sentimento e di aver avuto la percezione che il gap tra le fasce ricche e quelle povere è in costante aumento, adesso più che mai non si può fare più finta di nulla.Come segretario nazionale dell’Italia dei Valori e come esponente di Civica Popolare, posso affermare che l’impegno che ci stiamo prendendo con i cittadini è un impegno serio contro la disoccupazione, contro la precarietà del lavoro, contro l’evasione fiscale, contro le pensioni d’oro e a favore delle famiglie, a favore dei ceti deboli, a favore della sicurezza e della legittima difesa.Azioni di sostegno ai redditi più bassi e misure a favore dell’inclusione sociale non sono solo temi di cui sentirete parlare in campagna elettorale ma chi avrà la volontà di sostenerci vedrà come le donne e gli uomini che rappresenteranno Civica Popolare nel parlamento italiano saranno pronti in prima linea a lottare contro tutte le forme di diseguaglianza.Questa è la nostra direzione perché è la nostra coscienza che ci impone di rispondere così.

Ignazio Messina