M5s, Messina: mancati rimborsi sfiducia gli italiani

“La vicenda dei mancati rimborsi dei 5stelle e’ un fatto grave e avra’ una ricaduta molto forte sulla fiducia degli italiani nella politica. I cittadini si erano affidati a soggetti che si spacciavano per onesti e alla fine onesti non lo sono stati. Stupisce la loro doppia morale e lo dico con grande amarezza, perche’ se qualcuno fa una truffa e’ un truffatore ma se il raggiro, anche solo etico e morale, lo fa uno dei 5stelle e’ un incidente di percorso. Ricordiamoci del povero Marino quando era sindaco di Roma che fu accusato di aver speso dei soldi pubblici in un ristorante e i 5stelle erano sotto al Campidoglio a lanciare slogan sull’onesta’. Poi la Raggi e’ finita sotto inchiesta per falso in atto pubblico per le vicende dei Marra e stranamente non si dimette. Se commetti un reato e sei accusato di un reato e sei un esponente dei 5stelle ti devi dimettere prima degli altri, non puoi correre ai ripari successivamente e Grillo non sa piu’ cosa dire.Per questo mi chiedo ma se con dei soldi che non sono stati versati dicono di aver finanziato le imprese, queste imprese quali soldi hanno ricevuto dai 5 stelle?Sappiamo che questo movimento ha una carenza molto forte nella scelta della classe politica che li deve rappresentare e purtroppo, dopo queste vicende, un italiano in piu’ avra’ meno fiducia nella politica. Noi dobbiamo promozionare la buona politica con i fatti, con le storie personali e non con l’improvvisazione come hanno fatto loro in questi anni”.Lo ha dichiarato a “Coffee Break” su LA7 Ignazio Messina, segretario nazionale dell’IDV e cofondatore di Civica Popolare-Lorenzin, candidato nella lista del PD per il Senato nel collegio uninominale di Brescia.