Lettera aperta al Presidente della Repubblica

“La colpa dello stallo nella formazione del Governo non è di Salvini ne’ di Di Maio. Loro giocano a chi la spara più grossa, fanno tatticismi, si atteggiano a statisti, tentano approcci contro natura, è vero, ma il problema è un altro: una legge elettorale che fa schifo e che fa rimpiangere il porcellum.  Mi appello al Presidente Mattarella, al suo ruolo di garante della nostra Costituzione ed al suo alto senso delle Istituzioni: incarichi, già da lunedì, non un presidente di “tregua”, tanto per tirare a campare per qualche mese sotto il ricatto costante dei   novelli “responsabili” (con i numeri che ci sono in parlamento, sopratutto al Senato, ogni deputato è un partito!) ma un tecnico di alto profilo e competenza costituzionale che abbia un duplice mandato da esaurire in 3 mesi. Un governo di cento giorni per fare la legge di bilancio e, sopratutto, una buona legge elettorale che, il giorno delle elezioni, consenta di sapere chi vince e chi perde e a chi vince di governare.Fatto questo, fissi subito nuove elezioni entro l’anno consentendo al Paese, a partire dal 1 gennaio 2019, di avere un governo stabile e di legislatura in grado di assumersi responsabilità e fare gli interessi dei cittadini.Gli italiani se ne faranno una ragione! Grazie Signor Presidente.”

Cosi in una lettera aperta al Presidente della Repubblica, il segretario nazionale dell’idv Ignazio Messina.