Legittima difesa: eliminare eccesso colposo

Con la nostra proposta non vogliamo favorire il cosiddetto ‘sceriffismo’, ma solo la difesa dei cittadini nella propria abitazione o nel luogo di lavoro quando c’è stata violazione di domicilio. Chiediamo che non ci sia nessun risarcimento del danno per chi ha commesso il reato e la violazione di domicilio. Riteniamo che chi si difende non debba essere processato per l’eccesso colposo. Se c’è la violazione di domicilio e mi difendo all’interno della mia abitazione non c’è mai eccesso colposo. Altra cosa, invece, è se il ladro viene inseguito, in quel caso per noi non è legittima difesa. Quindi il magistrato, più che avviare un processo per ‘eccesso’, dovrebbe avviare delle indagini per accertare che la difesa sia avvenuta nel domicilio”.

Cosi’ Ignazio Messina durante la presentazione presso la sala stampa della Camera della Scuola di Legalità Idv “Lezioni di Onestà”, con Antonio Di Pietro.