Ivan Perriera, Responsabile Nazionale del Laboratorio Turismo

reisemobil-paravanoLa notizia non è più una “notizia”. Tutto il mondo del turismo itinerante ne è da tempo, a conoscenza. Ma a noi piace tornarci sopra per rimarcare l’evento.
Il “nostro” Ivan Perriera ha accettato di riprendere a frequentare i labirinti romani della politica con un incarico prestigioso e quanto mai importante per tutto il nostro settore: Responsabile Nazionale del Laboratorio Turismo creato e voluto dallo svecchiato e più sereno ma fortemente impegnato e responsabile gruppo politico, l’Italia dei Valori.
Troppo facile, ma indispensabile, ora ricordare che il nostro settore è debitore all’Ivan Perriera sin dall’ormai lontano 2008 quando riuscì a coinvolgere l’allora Ministro Di Pietro, invitandolo alla inaugurazione della edizione di quell’anno del Salone del Turismo Itinerante di Carrara (unico e mai più ripetuto Ministro presente alle numerose inaugurazioni di Fiere e mostre del nostro settore) e che immediatamente individuò la soluzione nel costringere i gestori delle aree a realizzare le strutture per il carico e scarico delle autocaravan, legando la concessione della licenza alla realizzazione dei pozzetti. Nel giro di pochi mesi, dopo ben 18 anni di attesa, la stragrande maggioranza delle Stazioni di Servizio autostradali si adeguarono alle nuove disposizioni realizzando quanto richiesto ed apparve, finalmente, la opportuna segnaletica sulla cartellonistica autostradale. Cosa più unica che rara in tutta Europa.Possiamo condividere o meno quanto si fa o non si fa in politica, di quale colore e quali ideologie ci si faccia portabandiera ma se non si è del “giro”, se non si è “dentro”, non si riuscirà mai ad ottenere un ben che minimo risultato. E allora a questo punto sorge imperiosamente un pensiero: Ma perché non tentare anche questa via, vista, fra l’altro, l’assoluta incapacità degli “altri” di costruire un dialogo tale da rendere più coeso e “credibile” il nostro settore! Poi, lo sappiamo tutti, e ancora di nuovo, la notizia non è più una notizia … la proposta dell’IVA al 4%, quale detrazione sull’acquisto degli autoveicoli (dai quali sono escluse solo le autocaravan) per i familiari di persone con gravi handicap, non è passata ma almeno per la prima volta abbiamo avuto una risposta, una risposta negativa ma almeno rapida e che comunque qualcosa avrà pur smosso. E allora avanti tutta e soprattutto per “tutti” perché, e questa è sempre stata la filosofia portante della Unione Club Amici sin dall’ormai lontano 1996 quando nacque, non importa di quale tessera si sia in possesso ne quale adesivo si porti a spasso sul vetro del proprio veicolo, ma importante è lavorare e produrre a favore di tutto il turismo itinerante. Questo è stato un impegno fondamentale di questa Federazione sin dalla sua nascita e con l’incancellabile insegnamento del compianto amico Aldo Gravagnuolo; l’UCA ha sempre supportato qualsiasi iniziativa politica a favore del settore e, certamente, non ci tireremo indietro proprio per le attività che il “nostro” Ivan Perriera cercherà di portare avanti a favore del settore, con rinnovato entusiasmo nei meandri della politica romana, senza che questo venga vissuto come una condivisione di “partito”.

Buon lavoro amico. L’Unione Club Amici è tutta con te.