Istat: dati allarmanti, lavoro sia priorità del Governo

scheletro2 600x300Occorre urgentemente creare lavoro. Ormai il tempo delle chiacchiere è finito ed i numeri diffusi oggi dall’Istat sul quadro occupazionale del nostro Paese sono allarmanti. Il fatto che ci siano 3,3 milioni di italiani che non lavorano, che in un anno si siano registrati 365 mila occupati in meno, che il tasso di disoccupazione abbia toccato il 13%, livello che non si raggiungeva dal 1977, e che nella fascia d’età compresa fra i 15 e i 64 anni abbiano un’occupazione solo una persona su due, dimostra il completo fallimento delle politiche degli ultimi governi. Noi di IdV riteniamo che siano importanti le riforme costituzionali e che vadano portate avanti, ma con queste non si sfamano le famiglie in crisi. La priorità dell’esecutivo, infatti, dovrebbe essere la risoluzione del dramma di molti giovani senza lavoro e dei molti nuclei familiari che non riescono ad arrivare alla fine del mese. Proprio per questo motivo chiediamo al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di recepire la nostra pdl d’iniziativa popolare volta a creare occupazione e ad abolire le leggi Fornero e di confrontarsi con noi sul nostro ‘Sblocca Lavoro’, una manovra alternativa che permetterebbe di far entrare 100 miliardi di euro nelle casse dello Stato.
Ignazio Messina – Segretario Nazionale IdV