In difesa dei mercatini di Piazza Navona, no ai Tredicine

Esprimo consenso ed appoggio alla richiesta del senatore Raffaele Ranucci (PD) il quale, in una interrogazione parlamentare rivolta ai ministri Alfano e Franceschini, auspica un pronto intervento da parte del Governo in difesa del tradizionale mercatino natalizio di piazza Navona, classico punto di richiamo festivo per i cittadini romani e per i tanti turisti presenti nella capitale per le festività di fine anno, a rischio quest’anno per il ritardo della giunta Raggi nell’approvazione del bando per l’assegnazione delle postazioni nella piazza.A ciò, si aggiunge la dichiarata intenzione dell’assessore M5S Adriano Meloni di immettere, nel bando per il prossimo anno, una clausola di anzianità che di fatto favorirebbe i Tredicine che da anni hanno il monopolio del commercio ambulante di oggettistica varia e di camion-bar che nulla hanno a che vedere con il mercatino natalizio per il quale piazza Navona è famosa in tutto il mondo. Il M5S, che si erge a paladino del cambiamento e della trasparenza nell’amministrazione pubblica, dovrebbe evitare con le proprie scelte di mantenere in vita vecchie scelte operate in passato dalle giunte precedenti.

 

Gennaro Saragnano
responsabile nazionale del Laboratorio Beni Culturali dell’Italia dei Valori