Ilva. Bencini: bene Calenda, si riparta da accordo di luglio

“È giusto, come ha dichiarato il ministro del Mise, Caro Calenda, bloccare la trattiva sull’Ilva se non si riparte dall’accordo sottoscritto a luglio”.”Dopo aver gia’ dovuto ingoiare la pillola amara dei licenziamenti e degli esuberi- precisa- e’ imprescindibile partire da un punto fermo: non toccare le contrattazioni in essere. L’accordo sottoscritto prevedeva, inoltre, che non venissero toccati i livelli salariali e gli scatti di anzianita’. Ora la Mittal ci ripensa e prova, di fatto, a pagarsi l’acquisizione dell’Ilva con i soldi dei lavoratori. Non ci siamo- conclude Bencini- Calenda vada dritto nella direzione intrapresa e faccia capire che non si cedera’ ad alcun ricatto”.
Lo dichiara la senatrice dell’Idv, Alessandra Bencini, membro della Commissione Lavoro.