Giustizia: Idv, stop ipotesi soppressione tribunali minori

“La lettera inviata al presidente Grasso, con cui il commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa stronca l’ipotesi della soppressione dei tribunali per i minorenni in discussione al Senato, rappresenta la pietra tombale su quell’ipotesi avventurosa. La commissione giustizia ne prenda immediatamente atto votandone lo stralcio”. Se i bambini potessero parlare” a difesa del sistema esistente. “Erano tutti contrari.Oltre noi c’erano Csm, Garante dell’infanzia, magistratura ordinaria e minorile, Unicef, una folta rappresentanza del volontariato, in linea con una corposa e costante giurisprudenza costituzionale che ha sempre circondato il sistema di giustizia minorile italiano di una speciale guarentigia.I pochi giapponesi rimasti favorevoli si rassegnino e la commissione giustizia voti immediatamente lo stralcio di quell’avventurosa eventualita’, nata nottetempo alla Camera con un improvviso blitz. Cio’ aprira’ la strada ad un nuovo tribunale per la persona che valorizzi e rilanci esperienza e professionalita’. L’Italia dei Valori – concludono Molinari, Bencini e Romani – vede confermato il proprio impegno a salvaguardia di uno dei piu’ civili istituti prodotti dalla nostra cultura giuridica e costituzionale come i tribunali per i minorenni, certa che sara’ respinto anche questo ulteriore assalto dopo quelli portati dal ministro leghista Castelli nel 2003 e dalla burocrazia ministeriale nel 2012″.

Lo affermano i senatori dell’Idv Francesco Molinari, Alessandra Bencini e Maurizio Romani che il 5 aprile scorso avevano promosso il convegno, presieduto dal magistrato Federico Palomba, “Ho diritto al mio giudice.