Compro oro, Bencini: si discuta subito mio ddl di contrasto a illegalità

“È di ieri l’ennesima notizia di sequestro preventivo di un ‘compro oro’, in questo caso nella periferia nord di Firenze. Come è ormai noto, queste attività operano in maniera opaca, quando non del tutto illegale, riciclando denaro sporco o rivendendo oggetti rubati. Come legislatore mi sono occupata di regolamentare questi esercizi sin dal lontano ottobre 2013”. Così la senatrice Alessandra Bencini (Idv), membro della commissione Lavoro. “Il mio Ddl stabilisce i requisiti che devono possedere i ‘compro oro’, istituisce il Registro delle attività di compravendita di oro tenuto dalle CCIAA, obbliga gli esercenti al rispetto delle norme anti-riciclaggio, si occupa della tranciabilità degli oggetti e metalli preziosi o recanti pietre preziose usati e proponel’applicazione del regime Iva di inversione contabile (il cosiddetto reverse charge)”. “Queste ed altre disposizioni della legge consentirebbero finalmente di porre un argine alla proliferazione e alle operazioni illegali spesso esercitate da tali attività. La discussione del Ddl è ferma a novembre 2016, ritengo fondamentale – conclude Bencini – che il Senato calendarizzi al più presto l’esame della mia proposta di contrasto ad attività illecite di cui sono spesso vittime cittadini inconsapevoli e in condizioni di bisogno”.