Como, Rota: Salvini misuri le parole, no a scontri etnici

Sul fuoco si butta acqua in modo da controllare e arginare le fiamme, non benzina. Il brutto episodio avvenuto a Como, ai danni di volontari sensibili ai problemi dei migranti, è la conseguenza della cinica campagna politica di chi, a suon di slogan, lucra sulla pelle dei più deboli. Chi, come Salvini  cavalca temi delicati e complessi come quello dell’immigrazione, dovrebbe pesare meglio le parole e non alimentare scontri etnici, tanto ingiusti quanto pericolosi.Così Ivan Rota dirigente nazionale di Italia dei Valori in merito al blitz di un gruppo di neonazisti all’incontro di Como Senza Frontiere.