Commissione Via: Stop conflitti interesse Commissari

ministro ambienteHo depositato un’interrogazione parlamentare in cui sollecito il ministro dell’Ambiente a garantire, nell’ambito delle operazioni di nomina della nuova Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale Via-Vas, la scelta di commissari professionisti che non posseggano alcun conflitto d’interesse.

La Commissione è costituita da 50 membri inclusi il Presidente ed il Segretario, nominati con decreto del ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare tra liberi professionisti ed esperti provenienti dalle amministrazioni pubbliche, con adeguata qualifica in materie tecnico-ambientali. Nella sostanza, la Commissione Via è l’organo pubblico che decide se un’opera si può fare o meno.

E’ noto, specie da quanto riferito da notizie di stampa come molti dei suoi componenti lavorino per aziende private i cui affari dipendono direttamente dai pareri dei commissari. Un’anomalia che il governo non ha ancora risolto. Pertanto risulta alquanto difficile, se non impossibile, parlare di imparzialità.

Nonostante la scadenza della Commissione nel giugno 2014, la stessa continua ad operare nonostante il mancato rinnovo, mentre non vi è alcuna notizia circa l’incarico della nuova. Eppure, nel maggio 2015 il ministero dell’Ambiente accennava al suo rinnovo con riduzione del numero dei commissari prevedendo, dunque, un risparmio.

Sollecita dunque il ministro ad attivarsi e ad adottare provvedimenti conseguenti.

sen. Alessandra Bencini Italia dei Valori