Lelio De Santis

Chiusura traforo: De Santis: Vittoria di Strada dei Parchi e sconfitta della politica

“Il dibattito sviluppatosi in queste settimane, con le conseguenti polemiche, sulla minacciata chiusura del tunnel e sulla necessità di mettere in sicurezza il sistema Gran Sasso, ha avuto il merito di riportare all’attenzione delle istituzioni e della comunità abruzzese il probleon poteri veri, e lo stanziamento di importanti risorse finanziarie per le attività di monitoraggio e di messa in sicurezza ambientale. Questa intesa ha consentito a Strada dei Parchi di revocare il proposito di chiudere il tunnel del Gran Sasso, che avrebbe determinato un danno incalcolabile sul piano sociale, economico e turistico per L’Aquila e per tutta l’Abruzzo.In questa vicenda, purtroppo, la politica e le istituzioni hanno dimostrato la loro debolezza, prima nel rincorrere il soggetto gestore e poi nell’accettare le condizioni delle soluzioni decise. Leggi Tutto

De Santis: Bene Poste nel centro storico a L’Aquila

“La rivitalizzazione del centro storico della città passa anche attraverso il ritorno al centro degli uffici pubblici, delle banche, degli uffici comunali, delle attività commerciali e degli spazi sociali e culturali, oltre che dei cittadini che lo abitavano. Pertanto, l’annuncio della prossima riapertura degli uffici delle Poste in corso Vittorio Emanuele II, in locali di circa 300 mq., è una buona notizia, che saluto con soddisfazione”. Così Lelio De Santis, capogruppo Italia dei Valori-Avanti Abruzzo al Consiglio comunale dell’Aquila.”Con la stessa franchezza – aggiunge -, debbo ricordare però che la decisione di Poste Italiane appare un tardivo riconoscimento di colpa per aver venduto dopo il sisma la prestigiosa e grande sede di Piazza Duomo, dove erano ubicati tutti gli uffici al pubblico e la Direzione provinciale. Leggi Tutto

Abruzzo, De Santis, solidarietà a Sabrina Nanni

A seguito delle denunce da parte della responsabile del Laboratorio regionale per la legalità, Sabrina Nanni,  dopo lunghe indagini svolte dalla Polizia, il Giudice del Tribunale di Avezzano(Aq) ha rinviato a giudizio due uomini, uno abruzzese e l’altro, romano. Le accuse per minacce e per molestie sessuali sono molto gravi e si sono concretizzate in numerose telefonate alla Sabrina, che viene presa di mira evidentemente per la sua attività sociale e politica contro il malaffare e contro la corruzione.Proprio per la sua apprezzata e coraggiosa attività sociale a favore dei deboli e degli indifesi, il Segretario regionale, Lelio De Santis, ha nominato tempo fa Sabrina Nanni responsabile del laboratorio della legalità.  Leggi Tutto

De Santis: “Comune rischia dissesto finanziario”

“Da tempo sto richiamando l’attenzione del Sindaco e della Giunta comunale sul problema dei debiti fuori bilancio e delle transazioni non onorate sui debiti del Progetto CASE, non con spirito polemico, ma con la dovuta preoccupazione, consapevole che il Bilancio comunale non può più sopportare prelievi di somme nell’incertezza dell’avanzo di amministrazione presunto”.”Il Bilancio preventivo 2019 -prosegue il consigliere- non viene approvato, a detta del Sindaco e dell’Assessore delegato, per la mancanza dei famosi 10 milioni per coprire le maggiori spese e le minori entrate derivanti dal sisma, ma ancora più grave e consistente è la voragine di debiti che sta prosciugando le risorse finanziarie comunali e che ammontano ad almeno 25 milioni“. Leggi Tutto

L’Aquila, la ricostruzione che non va: il caso del Masterplan di via XX Settembre

E’ l’enorme palazzo che svetta in una via XX Settembre quasi interamente ricostruita, oggetto del cosiddetto “Masterplan di via XX settembre” che però, a distanza di quasi nove anni, ancora non vede la luce. Cinque milioni di euro stanziati per il progetto ormai da anni sono fermi nelle casse del Comune, ma pur essendo il masterplan approvato i lavori non partono e 30 famiglie non possono rientrare nelle loro case. Il consigliere dell’Italia dei Valori Lelio De Santis punta il dito contro la giunta Biondi e i dirigenti degli uffici comunali che si occupano, a vario titolo, della ricostruzione.

Sanità,l’Abruzzo interno abbandonato dalla politica

“La Regione approva il Project financing da 285 milioni per l’Ospedale di Chieti e si dimentica della sanità nelle zone interne. Capita spesso di toccare con mano l’inadeguatezza, se non l’inesistenza, dei servizi sanitari sul territorio in particolar modo delle zone interne abruzzesi, che sono considerate solo un peso da sopportare, visti i fenomeni di spopolamento e di invecchiamento della popolazione”.”Questa condizione di abbandono diventa drammatica il fine settimana, quando si ha bisogno di un medico di turno o di un farmacista reperibile: impossibile cercare perché squillano solo le segreterie telefoniche e si rischia di morire.Le zone possono chiamarsi Alto Aterno o SubequanaValle del Sagittario o del Liri, la condizione dell’assistenza socio-sanitaria non è garantita tutti i giorni ad un livello dignitoso, perché gli abitanti sfortunati di queste zone sono considerati di serie B ed i loro rappresentanti in Regione contano poco”. Leggi Tutto

laboratorio turismo Laboratorio Telecomunicazioni laboratorio Legalità laboratorio Estero laboratorio agricoltura laboratorio scuola