C. Sinistra, Messina: Avanti confronto con Pd

 “Spiace apprendere del ritiro di Giuliano Pisapia così come della rinuncia a candidarsi di Angelino Alfano che ringrazio per il sostegno dato alla nostra proposta di legge sulla legittima difesa sottoscritta da oltre due milioni di persone e che purtroppo ancora giace nei cassetti del senato.Sono, infatti, convinto che avrebbero dato un utile contributo alla costruzione  di un programma di buon governo del Paese contrapposto ai populismi e alle destre.Ma sono altrettanto convinto che il nostro impegno in questa direzione deve continuare con forza e determinazione con chi coerentemente vuole procedere su questa strada. Più della metà dei cittadini non votano perché non soddisfatti da nessuna proposta in campo ed è a loro che dobbiamo rivolgerci per comprendere perché hanno perso la voglia di partecipare alla vita del Paese (nonostante il richiamo dei  populisti di turno, Di Maio e Salvini in testa!). Dobbiamo essere capaci di coinvolgerli con un progetto serio e semplice che guardi la realtà con gli occhi dei più deboli e con una attenzione particolare alle piccole imprese che costituiscono il perno della nostra economia. Pensare al futuro dei nostri giovani ma anche a chi over 40 ha perso il lavoro e fa fatica a trovarlo. Affermare la legalità sulla corruzione e sul malaffare, iniziando a lasciare a casa una volta per tutte gli impresentabili che, purtroppo, non hanno colore (Sicilia docet…).Insomma, inaugurare una “stagione dei diritti” mettendo insieme identità diverse per un grande progetto comune. Non un insieme di sigle per “saltare il fosso” ma una rete di storie credibili e competenze vere per ridare speranza al Paese.Per questo faccio appello al PD e a Renzi: noi dell’Italia dei valori siamo pronti a scendere in campo, a fare liste, a raccogliere firme – lo abbiamo sempre fatto e non ci spaventa affatto – ma quello che più ci interessa è confrontarci, mettere insieme le nostre idee e le nostre proposte, ritrovarsi su ciò che ci unisce. Il lavoro costante fatto con Guerini e in queste ultime settimane anche con Fassino è la buona strada da percorrere, ma bisogna essere concreti e da lunedì il treno deve ripartire.Progettiamo insieme il futuro non guardando ai sondaggi ma al bene della collettività”. E’ quanto dichiara ai giornalisti Ignazio Messina segretario nazionale dell’Idv a margine di una iniziativa a Roma sulla legittima difesa.