Beni Culturali, Saragnano: Bene Orlando, ora Parlamento ratifichi Convenzione

“La firma da parte del ministro della Giustizia Andrea Orlando della Convenzione del Consiglio d’Europa sui reati riguardanti il traffico illeciti di beni culturali come opere d’arte e reperti archeologici è un atto doveroso ed opportuno soprattutto in considerazione dell’importanza e della vastità del nostro patrimonio artistico e culturale. E’ però necessario che il Parlamento ratifichi al più presto la Convenzione, come dovranno fare gli altri Paesi europei che l’hanno già firmata. Noi dell’Italia dei Valori abbiamo da sempre voluto porre la tutela dei nostri Beni Culturali al centro della nostra azione politica, insieme agli altri temi che fanno parte della nostra storia ideale e politica, come la difesa della legalità e il diritto alla legittima difesa del patrimonio personale di ciascun cittadino. A maggior ragione approviamo questa iniziativa comunitaria tesa a prevenire i traffici illeciti dei beni culturali nazionali, consapevoli che così facendo si combatte una delle fonti di finanziamento occulto delle attività terroristiche. Il parlamento italiano, in questo ultimo scorcio di legislatura, dia un segnale positivo di attenzione al nostro patrimonio comune ratificando la Convenzione ed approvando il disegno di legge che, come ha già ricordato il ministro Orlando, recepisce i reati previsti dalla Convenzione europea e che è anch’esso in attesa di approvazione”. Cosi’ in una nota il responsabile nazionale dell’idv del laboratorio sui beni culturali, Gennaro Saragnano.