Ambiente: Bene Galletti al G7

Galletti_G7L’odierno accordo siglato dal ministro dell’ambiente Galletti al G7 di Toyama in Giappone è da ritenersi una cosa positiva per la continuità che dà al Protocollo di Parigi (Cop21) sulla lotta ai cambiamenti climatici che rappresentano una delle più grandi emergenze mondiali del terzo millennio. Di questo diamo merito al Ministro.
Tuttavia, il ministro Galletti deve dare anche risposte ai tanti stringenti problemi italiani che sono tutt’ora irrisolti, dal rinnovo della strategica Commissione di Valutazione di Impatto Ambientale (scaduta da due anni e piena di persone con conflitti di interesse) , all’impegno sul dissesto idrogeologico.
Inoltre, l’Italia non ha da decenni un Piano Energetico – Ambientale nazionale degno di questo nome; con la riforma costituzionale voluta dal premier Renzi è ora fondamentale riannodare le fila della gestione dell’energia nel nostro Paese.

Giuseppe Vatinno
Responsabile nazionale Ambiente IdV