8 marzo, Messina: Condanna Corte Europea è vergogna

La condanna dell’Italia da parte della CEDU per omessa protezione di vittime di violenza sulle donne e domestica rappresenta una severa onta per l’Italia e qualifica il nostro Paese come gravemente disattento verso donne e bambini minacciati nell’ambito delle relazioni affettive e domestiche. Italia dei valori  ha presentato una articolata proposta di legge che, tra i cinque punti su cui si fonda, ha espressamente previsto il penetrante controllo da parte della pubblica sicurezza delle persone che hanno manifestato sintomi di sopraffazione.Abbiamo identificato lo strumento nell’applicazione delle misure di prevenzione personale contenute nel codice antimafia, sotto il controllo giurisdizionale”.“Dobbiamo ancora una volta constatare come le nostre richieste riguardanti l’essere rimangano chiuse nei cassetti del Parlamento e della politica, oggi schiacciata sui problemi dell’avere. Così è accaduto anche per la proposta di legge popolare sulla legittima difesa, firmata da oltre due milioni di cittadini, per quella sul divieto del gioco d’azzardo, sulle pensioni d’oro o per quella sui vitalizi. Speriamo che i cittadini attenti ai problemi delle persone, ma delusi dalla politica delle convenienze  guardino a noi come al partito capace di tutelare i loro più profondi diritti ad esistere in condizioni di sicurezza e dignità.

Ignazio Messina, segretario nazionale dell’Idv